Tumori del nervo acustico Il Neurinoma del Nervo Acustico rappresenta circa l' 80% dei tumori dell' angolo Ponto-Cerebellare. Il Neurinoma del Nervo Acustico è' una lesione benigna che origina dalle guaine di rivestimento dell' ottavo nervo cranico diagnosticata mediante risonanza magnetica (RM) dell' Encefalo e del Tronco Encefalico.
I neurinomi del nervo acustico hanno generalmente una lenta crescita(circa 2 mm) Generalmente questa patologia si accompagna a sintomi monolaterali della sfera uditiva (Ipoacusia e/o Acufene); l' ipoacusia è generalmente associata ad un ronzio o rumore monolaterale, nonchè disturbi dell' equilibrio, alcune volte il sintomo rilevatore di un neurinoma dell' acustico può essere una sordità improvvisa. Pertanto, ogni distrubo che interessi un unico orecchio (acufeni) oppure disturbi dell' equilibrio dovrebbero essere valutati con una indagine otoneurologica completa per escludere la presenza di un neurinoma.
Nella sua crescita, il neurinoma può raggiungere grandi dimensioni ed interessare i nervi cranici vicini o il tronco cerebrale.
Le modalità di trattamento del Neurinoma contemplano la rimozione microchirurgica o la radioterapia. In alcuni casi particolari può essere consigliabile una politica di attesa.

Libretto informativo completo

Chirurgia del Neurinoma: oltre 3000 casi trattati al Gruppo Otologico

Il Gruppo Otologico, centro d'importanza internazionale e centro d'eccellenza nazionale per la chirurgia dell' orecchio medio e della base cranica, rappresenta oggi la realtà più importante in Italia e tra le prime a livello mondiale per la diagnosi e la terapia chirurgica del Neurinoma del Nervo Acustico, con oltre 3000 casi trattati chirurgicamente e oltre 900 seguiti con follow up radiologico dal 1983.
Neurinoma acusticoIl Neurinoma è un tumore benigno con una prevalenza di 1 caso su 100000(forma conclamata), anche se si ritiene che la percentuale sia più alta, considerando anche forme silenti (circa 1% della popolazione generale). Clinicamente il Neurinoma si manifesta con ipoacusia monolaterale (anche di lieve entità) e/o acufene monolaterale persistente. In questi casi la Risonanza Magnetica dell' Encefalo con mezzo di contrasto rappresenta l'esame diagnostico principale. Nel suo sviluppo, il tumore può raggiungere grandi dimensioni ed interessare i nervi cranici vicini, vasi intracranici, o il tronco cerebrale.
Le modalità di trattamento del Neurinoma contemplano la rimozione microchirurgica della lesione o in alcuni casi la radioterapia. Essendo un tumore a lenta crescita, specie in lesioni limitate al condotto uditivo interno, può essere consigliabile una politica di attesa effettuando un controllo di risonanza magnetica annuale. Il traguardo raggiunto dal nostro centro rappresenta il frutto di un lavoro costante nel miglioramento delle tecniche microchirurgiche per la cura del Neurinoma. Per questo, il prossimo settembre il Prof. Mario Sanna riceverà a Dallas, negli Stati Uniti, un riconoscimento per l’attività chirurgica e le ricerche scientifiche effettuate durante l’ American Academy of Otolaryngology (il congresso nazionale americano di otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale).
Gli sforzi del Gruppo Otologico nell’essere un istituto all’avanguardia per la chirurgia della Base Cranica ha portato il centro ad oltrepassare i confini nazionali, ricevendo pazienti da ogni parte del Mondo (Israele, Arabia Saudita, Spagna, Oman, Brasile, Portogallo, Russia, Tunisia, etc...). Oltre alla chirurgia, il Gruppo Otologico è anche sede dell' Associazione Italiana Otologica e Neurotologica (A.I.N.OT), riconosciuta dalla European Association of Otology & Neurotology (EAONO) per la formazione clinica in Europa. Ad oggi 85 Allievi (Fellows) e oltre 500 Osservatori provenienti da 35 Paesi si sono formati in questo istituto.