Fondazione Mario Sanna

Fondazione Mario Sanna

La Fondazione Mario Sanna
i. è una Organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi del D.Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460;
ii. svolge la propria attività nell’ ambito del territorio nazionale ed internazionale, non ha fini di lucro e gli eventuali utili devono essere destinati alla realizzazione delle finalità istituzionali
persegue finalità di solidarietà sociale attraverso la prevenzione, diagnosi e cura delle patologie dell’orecchio, della sordità e dei tumori del basicranio, che dovrà essere svolta nel pieno rispetto di quanto disposto dal D.P.R. 20 marzo 2003 n. 135, e precisamente:
l’assistenza sociale e sociosanitaria;
l’assistenza sanitaria;
la ricerca scientifica di particolare interesse sociale;
iii. si prefigge di perseguire il miglioramento delle tecniche chirurgiche su tutte quelle patologie dell’orecchio e del basicranio che, per la peculiare incisività, risultano particolarmente invalidanti e determinano rilevanti condizioni di svantaggio sociale, psichico, fisico, economico e familiare, nonché la creazione di programmi di assistenza incentrati prevalentemente sulla diagnosi precoce nei pazienti di giovane età, ove le predette condizioni di svantaggio risultano ancor più penalizzanti, anche attraverso percorsi di logopedia;
iv. La fondazione potrà svolgere, sempre nei limiti di quanto stabilito dal D.Lgs. 460/97, attività di formazione delle eccellenze mediche nel settore specialistico della otorinolaringoiatria che dimostrino – attraverso apposita selezione – particolare meritevolezza nei risultati conseguiti e non dispongano dei mezzi necessari per proseguire nella formazione specialistica e nell’apprendimento delle più moderne tecniche e conoscenze scientifiche, per la condizione di indigenza o indisponibilità dei mezzi sufficienti a proseguire in tali studi. All’uopo potranno essere istituite borse di studio in favore dei medici che, a parità di condizioni e di conformità agli scopi istituzionali, si dimostrino più talentuosi;

La Fondazione Mario Sanna può:

a) stipulare convenzioni di qualsiasi genere anche trascrivibili nei pubblici registri, con Enti Pubblici o Privati, che siano considerate opportune ed utili per il raggiungimento degli scopi della Fondazione; stipulare, per l’acquisto in proprietà od in diritto di superficie di immobili, ogni opportuno atto o contratto, con la sola esclusione di ogni forma di finanziamento, tra cui l’assunzione di prestiti e mutui;
b) amministrare e gestire i beni di cui sia proprietaria, locatrice, comodataria o comunque posseduti;
c) partecipare a Fondazioni enti ed associazioni pubbliche e private la cui attività sia rivolta, indirettamente o direttamente al perseguimento di scopi analoghi a quella della Fondazione medesima; la Fondazione potrà ove lo ritenga opportuno concorrere anche alla costituzione degli organismi anzidetti;
d) costituire ovvero concorrere alla costituzione, sempre in via accessoria e strumentale, diretta od indiretta, al perseguimento degli scopi istituzionali, di società di persone e/o capitali nonché partecipare a società od enti del medesimo tipo;
c) costituire ovvero partecipare a società di capitali che svolgano in via strumentale ed esclusiva attività diretta al perseguimento degli scopi statutari;
e) promuovere e organizzare seminari, corsi di formazione, manifestazioni, convegni, incontri, procedendo alla pubblicazione dei relativi atti o documenti, e tutte quelle iniziative idonee a favorire un organico contatto tra la Fondazione, gli operatori ed organismi nazionali ed internazionali, i relativi addetti e il pubblico;
f) gestire direttamente o indirettamente spazi funzionali ai suoi scopi;
g) stipulare convenzioni per l'affidamento a terzi di parte di
h) svolgere, in via accessoria e strumentale al perseguimento dei fini istituzionali, attività di commercializzazione, anche con riferimento al settore dell'editoria, nei limiti delle leggi vigenti, e degli audiovisivi in genere;
j) svolgere ogni altra attività idonea ovvero di supporto al perseguimento delle finalità istituzionali, nei limiti di quanto disposto dal D.Lgs. 460/97.